PNL-Stella Laurini
La PNL per il TUO benessere
20/03/2016
rabbia-InsideOut
Se Trattieni la Rabbia…Ingrassi
15/05/2016
Mostra Tutti

Sei disponibile o a disposizione?

a-disposizione

Quante volte nella tua vita sei stato disponibile o forse a disposizione di chi ti stava accanto, di chi ti stava vicino, ma anche di chi ti chiedeva qualcosa?

Quante volte ti sei chiesto o chiesta: “Perché a me da meno importanza? Perché mi da per scontato… per scontata anche se io ci sono sempre?”

Quante volte hai pensato di essere “qualcosa di più”, una persona speciale… avevi tante aspettative che però poi sono state disattese…

E allora la tua mente ha iniziato farsi tutta una serie di film, ha iniziato ad immaginarsi e a dirsi cose del tipo: “Ecco vedi… un’altra volta mi sono messo a disposizione e un’altra volta sono rimasto deluso…” e “Sono io che sono sbagliato… avrei dovuto…”

“Devo ridimensionarmi… Pensavo che, mi aspettavo che mi aiutasse, ma perché questo era quello che mi aveva fatto creder. Pensavo di essere importante per lui…per lei… ma evidentemente non è così.”

La nostra mente ha la capacità di farsi dei film straordinari, che possono farci star bene ma anche star male. La differenza sta nel come la usi.

E la differenza sta nel passare dal dirsi: “Perché a me da meno importanza? Perché a me da per scontato?”

Al dirsi: “Basta! Non voglio più pensare a questo! Non lo so perché… quello che so è che NON voglio MAI più essere, sentirmi data per scontata. Se vuoi devi meritarmi, devi cercarmi, devi volermi. Sono disponibile, NON a disposizione.”

Ricordati: SEI TU CHE CREI LA TUA VITA.

“E quindi NON permetterò mai più a nessuno di darmi per scontata.” 

Come si fa a non farsi dare per scontato?

“E se non mi faccio dare/danno per scontato, come mi considerano?”

Cioè… volendo trasformare la frase: “NON voglio più farmi dare per scontata”, in positivo come diventa?

“Voglio essere considerata”

“Voglio essere presa in considerazione, sentirmi considerata”

“Voglio essere considerata una persona importante”

“Voglio essere al centro dell’attenzione”

“Voglio sentirmi importante”

E per sentirmi importante devo prima di tutto sentirmi importante per me stessa. Quindi:

Come posso fare a sentirmi importante per me stessa?

Come posso fare a darmi valore? Quel valore che merito, che mi fa sentire importante senza essere presuntuosa. Ci sono IO e ME STESSA, la nuova me, quella nuova me che adesso è in grado di CHIEDERE quello di cui ha bisogno e di DIRE quello che desidera.

Non posso e non voglio più stare zitta per far piacere agli altri, per non ferirli, per non farli soffrire, per non farli pensare male, per fargli pensare che sono perfetta.

Io NON sono perfetta e non voglio esserlo. Io voglio essere ME STESSA, anche se ancora non so chi, non lo so più, perché sto cambiando, mi sto trasformando, mi sto riscoprendo.

Quello che so è che VOGLIO ESSERE ACCETTATA così come sono, con i miei difetti e i miei pregi, con le mie paure e le mie insicurezze.

“E se ho qualcosa da dire… lo dico e BASTA! E se l’altra persona non lo accetta o non gli va bene o ci rimane male o mi considera una s—–a o insensibile… non me ne frega niente! NON si può piacere a tutti. E chi non mi accetta così come sono, sapendo che sono sempre in crescita, in trasformazione, cambiamento… non si merita di avermi come amica, o altro.

D’ora in avanti voglio avere intorno persone “vere”, che mi apprezzano per quello che sono. Grazie Stella, grazie di cuore.”

Anna T., Milano

Estratto da una Coaching: “Gestisci le Tue Emozioni” 

P.S.
Puoi liberamente inoltrare questo articolo a quegli amici che, secondo te, sarebbero contenti di scoprire questa iniziativa

P.S.1
E’ la prima volta sul mio blog? Clicca su INIZIA DA QUI per iniziare!

Con questo si chiude questo articolo. Se hai domande o curiosità ti invito a scrivermi CLICCANDO QUI

E se non lo hai ancora fatto, se vuoi puoi entrare a far parte del nostro gruppo riservato di Facebook, per non perdere news, aggiornamenti… e per far parte di un gruppo di persone che vogliono diventare Coach di se stesse e smettere di fare 1 passo avanti e 2 indietro!

Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *